Marsilio, Venezia, 2011

Nel 2010 un gruppo di professionisti, manager e docenti universitari di diverse discipline ha lavorarto alla pubblicazione di un libro sulla sostenibilità e la moda, promosso dal Centro di Firenze per la Moda Italiana - Il bello e il buono. Le ragioni della moda sostenibile, pubblicato da Marsilio Editore in edizione italiana (2011) e in lingua inglese (2013). La tesi sostenuta dal libro era che la moda sostenibile:

  1. non può "rinunciare ad essere soprattuto moda", una industria ibrida al cui nocciolo si trovano coolness, fascino e innovazione e che per questo motivo non può sottrarsi a una componente di spreco
  2. deve ridurre l'impatto sull'ambiente,  alimentare un rapporto equilibrato tra uomo e natura, avere tolleranza zero per ogni violazione dei diritti dei lavoratori e minaccia del benessere sociale
  3. riguarda tutto il settore, introduce un "cambio di paradigma". Si tratta di produrre e vendere a chiunque apprezzi stile e moda ne sono coinvolti i grandi marchi globali come le piccole imprese. 

La visione proposta dal  libro è, più velocemente di quanto previsto, diventata pratica nell'industria. La velocità del cambiamento ha generato un panorama di confusione sui termini del problema e una scarsità di know-how su gli strumenti necessari alle imprese per adattarsi e conformarsi al nuovo scenario.

Su queste premesse, alcuni dei membri del gruppo hanno deciso di impegnarsi per ridurre il gap tra il nuovo scenario del mercato e la capacità delle imprese di affrontarlo. Il primo passo è stato mettere in contatto professionisti, consulenti, ricercatori e accademici con competenze multidisciplinari riguardo ad un tema così complesso e poliedrico. Lo strumento è stato la creazione del social network www.sustainability-lab.net la prima piattaforma online in Italia dedicata alla sostenibilità nella moda e nell'industria tessile.

Al 2017 sustainability-lab.net:

  • è cresciuto fino a coinvolgere oltre 900 utenti, professionisti, imprenditori, manager e accademici
  • registra una media di 3.100 visite mensili
  • pubblica una newsletter mensile che raggiunge oltre 3.000 lettori
  • ha pubblicato oltre 1.000 articoli

sustainability-lab è un progetto sostenuto da Blumine srl